Alexandre Dumas (padre)


Una nuova rubrica, che si aggiunge alle altre che potete trovare nel menu qui a destra, sotto la voce rubriche. Cos’è Un buon non compleanno è semplice da intuire… Ho pensato che fosse carino festeggiare i compleanni di scrittori che hanno lasciato un segno nella storia della letteratura, e di farlo alla maniera di Alice, con un Buon Non Compleanno, e una tazza di the!

24 Luglio 1802 — nasce Alexandre Dumas. Figlio di Thomas-Alexandre Davy de La Pailleterie, fiero generale napoleonico, e di Marie Cessette Dumas, dalla quale prese il cognome. Nel 1823 Dumas si trasferì a Parigi, dove entrò al servizio del Duca di Orléans (che in seguito divenne Re dei Francesi) come copista, grazie alla sua buona calligrafia. Parallelamente iniziò a scrivere testi per il teatro e a proporli agli impresari e ai grandi attori dell’epoca. Nel 1824, da una relazione con la sua dirimpettaia, nacque suo figlio, Alexandre. Furono entrambi scrittori e seppero servirsi della letteratura per denudare la realtà del tempo, per vivisezionarla. Alexandre padre,si inserì nel movimento romantico francese e le sue opere maggiori, quali “Il Conte di Montecristo” e “I Tre Moschettieri“, ne rappresentarono l’emblema.

Dumas fu amico e ammiratore di Garibaldi e durante la Spedizione dei Mille gli andò incontro, fornendogli delle armi. Fu testimone oculare della Battaglia di Calatafimi, che descrisse ne I garibaldini, pubblicato nel 1861. Pochi anni dopo fondò e diresse il giornale L’Indipendente, al quale collaborò il futuro fondatore del Corriere della Sera. Scrisse anche la monumentale storia de I Borboni di Napoli. Nel corso del suo soggiorno a Napoli, Dumas ebbe modo di conoscere bene la città e i suoi abitanti, che descrisse in modo mirabile in alcuni suoi libri quali Il CorricoloLa San-Felice, biografia romanzata di Luisa Sanfelice.

Anche se oggi è più conosciuto come romanziere, Dumas ottenne il primo grande successo come drammaturgo. Il suo Enrico III e la sua corte (1829) fu il primo dei grandi drammi storici romantici, precedendo il più noto Hernani di Victor Hugo del 1830. Messo in scena alla prestigiosa Comédie-Française e interpretato da Mademoiselle Mars, un’attrice all’epoca molto famosa, il dramma di Dumas ottenne un successo enorme, costituendo una vera e propria svolta nella sua carriera di autore; e l’anno successivo ebbe 50 rappresentazioni, un numero straordinario per l’epoca.

Recentemente la casa editrice Newton Compton ha ripubblicato per la collana I Mammut alcuni dei capolavori di Dumas.

Allora un Buon Non Compleanno a Alexandre Dumas che oggi compirebbe 209 anni!!

Comments

  1. By Phoebes

    Rispondi

  2. By Brina

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *