Voto: 6.5 · Genere: Romanzo, fantasy
Ishiguro sconfina in un genere considerato forse "di second'ordine" come quello del Fantasy (le discussioni su Internet riguardo all'argomento si sono sprecate, e lo stesso Ishiguro ha voluto precisare che questo libro non fosse in effetti un fantasy, scatenando le ire dei fan del genere), costruendo però non una storia di epiche imprese, bensì, come egli stesso afferma, usandolo come un veicolo per sperimentare un percorso sulla memoria e, soprattutto sulla perdita della memoria, intesa non solo come memoria personale, ma anche come memoria storica e collettiva, un viaggio allegorico nella nebbia […]