lansdale

Joe Richard Harold Lansdale nasce a Gladewate il 28 ottobre 1951. Trasferitosi, ancora bambino, assieme alla sua famiglia nella vicina Nacogdoches, la cittadina che sarà protagonista di alcuni suoi romanzi futuri, ambienta molto spesso i suoi romanzi e racconti nel Texas dove vive: “Il Texas è uno stato mentale” avrà modo di dire.
Grande lettore di libri di ogni genere e dotato di una smisurata passione per i fumetti e i B-movie, oltre che per tutto quel che può essere definito “letteratura pulp”. Nel 1973, a ventun anni, pubblica, assieme alla madre, un articolo di argomento botanico che vince un premio giornalistico. Da quel momento, pubblicherà su varie riviste numerosi racconti, spesso di fantascienza e di genere horror.
Per mantenersi svolge i lavori più disparati. Nel 1980 vedrà la luce il suo primo romanzo, Atto d’amore (Act of Love). L’anno successivo, Lansdale decide di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura.
Il suo stile è, come i suoi interessi di lettore, particolarissimo. È difficile inquadrare la sua vasta produzione letteraria: si va dal racconto gotico a quello di fantascienza, dalla satira sociale alla narrativa per ragazzi, dal “noir” (spesso con una forte componente di azione violenta) ai racconti western, il tutto condito con forti dosi di umorismo. Tutte queste disparate influenze si fondono fino a creare quello che l’autore stesso ama definire “lo stile Lansdale”.

I’m not poor now, but unlike some of my friends who are now rich, I haven’t embraced conservatism and religion. I’m not opposed to religion if you keep it out of my life.

Libri recensiti dello stesso autore:

  1. Fidati, è amore – Joe R. Lansdale, Daniele Serra
  2. La notte del drive-in – Joe R. Lansdale