Cuore Punk – John Shirley

o Il cuore esploso

★★★★☆

  • Titolo originale: The exploded heart
  • Genere: Racconti, Fantascienza
  • Anno: 2006
  • Isbn: 9788888865812
  • Pagine: 191
Compra su Amazon Guarda su Goodreads Guarda su Anobii
In questa raccolta di racconti, John Shirley porta i suoi lettori a dubitare della propria salute mentale, aggredisce i preconcetti fondendo allucinazioni hi-tech con immagini viscerali, provenienti dai luoghi più oscuri della sua mente drogata. “Volevo che la gente mettesse in discussione la realtà, le convinzioni politiche, sociali, esistenziali, tutto…”. I protagonisti di Shirley si scagliano con ferocia contro il filo spinato del conformismo, usano i denti come delle cesoie, si strappano i vestiti, si lacerano la pelle e, seppur feriti, continuano a lottare. Nonostante i toni cupi tipicamente cyberpunk, questi antieroi sconfitti per tutta una vita, trovano sempre l’ironica via del riscatto, anche grazie a una grintosa colonna sonora che ci accompagna per tutto il libro.

John Shirley è un musicista punk. Lui il punk lo respira e lo vive come pochi altri. Ha una sua band (gli Obsession) e ha scritto i testi di alcune canzoni dei Blue Oyster Cult. Ma è anche uno scrittore, di quelli borderline, che scrivono di fantascienza estrema e tentano “di portare il lettore a dubitare della propria sanità mentale”. Queste libro raccoglie alcune delle sue storie più allucinanti e oscure, 10 folli tracce, ognuna preceduta da un commento dell’autore, che funge più o meno da colonna sonora.

Nei racconti la realtà fantascientifica si mischia con una caustica critica della società: la maggior parte dei racconti è intrisa di una “violenza punk” che fa quasi sorridere e che si scaglia contro l’orgoglio nazionale, la guerra, l'”ossessione nevrotica dell’immagine mediatica”. Non è un futuro reale quello che viene costruito, ma una sorta di surrealismo che confonde immagini cyberpunk con tutta una serie di personaggi, eroi sconfitti ma coraggiosi che trovano nei suoi racconti la via del riscatto.
Alcune storie sembrano un pò sconclusionate, ma l’atmosfera, il significato, rimangono ben impressi nella mente come una calcio dato da uno stomper.

Negli ultimi racconti gli scenari che fanno da background a storie strane e visionarie sfiorano in modo sorprendente temi attualissimi: soldati imbottiti di droghe per combattere guerre inutili in “Parrocchetto”, controllo delle masse attreverso i media e trasformazione del lavoro in famiglia secondo il modello giapponese in “L’aziendale”, speculazione edilizia e abbattimento indiscriminato dei quartieri poveri per far posto al nuovo in “Il principe”, e infine la rivolta delle religioni l’una contro l’altra fino alla guerriglia urbana in “Una passeggiata per Beirut”.
Come cita il retro di copertina, “Cuore Punk non è solo una raccolta di racconti di fanstascienza estrema, ma anche un tumultuoso percorso autobiografico di un ribelle americano durante un ventennio debosciato”.

Consigliatissimo per chi ama leggere sopra le righe, sconsigliato per chi ama i classici happy end.

Il Segnalibro


John Shirley

John Patrick Shirley, nato a Houston il 10 febbraio 1953, è uno scrittore e sceneggiatore statunitense, autore di romanzi, racconti, sceneggiature televisive e cinematografiche di fantascienza e horror. Cresciuto prevalentemente nelle vicinanze di Portland in Oregon, è stato cantante della band post-punk funk-rock Obsession, prodotta dalla Celluloid Records, mentre viveva a New York e a Parigi, negli anni ottanta, e più tardi ha fatto parte della band Panther Moderns.
E’ noto per il suo contributo alla fantascienza cyberpunk, così come per la suspense, per le storie e i romanzi horror e per i lavori cinematografici sempre di stampo horror. La sua sceneggiatura più celebre è quella del film Il Corvo, del quale è stato lo sceneggiatore iniziale. Ha anche scritto sceneggiature per Star Trek: Deep Space Nine e Poltergeist. Da citare i suoi primi, intensi e espressionistici romanzi horror come Dracula In Love e Cellars che hanno influito sul movimento Splatterpunk nell’horror, e sul successivo movimento “bizarro”.
L’opera di Shirley spazia nei toni dal surreale, al crudo naturalismo, all’incubo. Shirley è anche uno scrittore di canzoni ed un cantante, avendo capeggiato numerose band punk, compresa la band di New York Obsession. Ha scritto testi per i Blue Öyster Cult, come ad esempio diverse canzoni dell’album Heaven Forbid.

Libri recensiti dello stesso autore:

  1. Cuore Punk – John Shirley

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *