Ex Drummer – Herman Brusselmans

★★★½☆

Anno: 2009

Isbn: 9788861921047

Pagine: 165

Tre musicisti disabili, drogati marci, stanno cercando un batterista per la loro rock band.
Dries, un famoso scrittore, che però non sa suonare la batteria, sembra l’uomo giusto per entrare a far parte della band e partecipare al più grosso raduno di musica fiammingo. Una gara senza esclusioni di colpi e riff violentissimi ed estremi. Puro punk hardcore. È necessario infatti che anche Dries abbia un’invalidità: non saper suonare la batteria lo è di certo. Nascono i The Feminists. Gli altri membri della band sono: Koen, un violento stupratore; Ivan, un rozzo tossico parzialmente sordo; Jan, un omosessuale con complessi materni.
Dries viene risucchiato dal fascino che prova nei confronti dei The Feminists, lui che pare l’esatto contrario dei tre: raffinato, ricco, intelligentissimo. Ma, con il passare del tempo, lo scrittore entrerà sempre di più nella vita e nelle emozioni dei suoi compagni arrivando a condizionarli, da vero leader, e infine a scatenarli uno contro l’altro…
Ex Drummer, vero e proprio romanzo di culto in Belgio e Olanda, e in via di traduzione in tutta Europa, ha ispirato l’omonimo film di Ken Mortier che ha suscitato entusiasmo e polemiche in patria come in Italia, dove è stato distribuito nel 2008 dopo essere stato presentato alla Festa del Cinema di Roma.
Estremo, comico, violento, assolutamente originale, Ex Drummer stupisce il lettore trasportandolo in un crescendo di emozioni contrapposte e coinvolgendolo, pagina dopo pagina, nella “discesa all’inferno” del protagonista e nel pazzo mondo dei The Feminists.

 

Un libro che al di là dei riferimenti in copertina (Trainspotting e Arancia Meccanica, forse più adatti per definire il mood più che la trama in sè) fa il suo sporco lavoro. Divertente e politicamente scorretto al punto giusto, ricco di violenza gratuita e di parolacce, ci trascina in un vortice di cattiveria e cinismo esilarante e mai noioso. Non propriamente un capolavoro ecco, ma un ottimo passatempo non adatto agli animi troppo gentili.

 

ATTENZIONE: Spoiler Apri
TRASPOSIZIONI CINEMATOGRAFICHE

Dal libro nel 2007 è stato tratto un omonimo film diretto da Koen Mortier, vincitore di due premi: il primo al Fant-Asia Film Festival (premio della giuria per l’opera prima di Koen Mortier) e il secondo al Raindance Film Festival (miglior regista debuttante).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *