In my mailbox #7

Bentornati con l’appuntamento settimanale (ehm.. si, ne ho saltate due…) di In my mailbox! Nelle settimane passate ho cercato di fare economia, quindi non ho acquistato niente, cercando di smaltire la pila di libri che traballa sul mio comodino. Però ho ricevuto un libro dal gentilissimo Massimo Cortese, che qualche settimana fa ha pubblicato il suo primo romanzo, che segue un racconto e una raccolta di racconti e che conclude la Trilogia della speranza. Si, lo so, vi avevo promesso la recensione, ma ho prestato il libro a un amico che per ora non me lo ha restituito… Comunque il nuovo romanzo si intotola Un’opera dalla molte pretese:


Titolo: Un’opera dalle molte pretese

Autore: Massimo Cortese

Anno: 2011

Isbn: 9788896793619

Casa editrice: Montag

Pagine: 63

Ci ha fatto sorridere con “Candidato al consiglio d’Istituto”. Ci ha fatto piangere con “Non dobbiamo perderci d’animo”. Ma “Un’opera dalle molte pretese” richiede una riflessione personale. Con questa terza opera si conclude la Trilogia della Speranza. Poi si vedrà.

 

 

Poi ringrazio la mia mamma, che di ritorno dalle vacanze mi ha portato un libro:

Titolo: Un filo d’olio

Autore: Simonetta Agnello Hornby

Anno: 2011

Isbn: 9788838925498

Casa editrice: Sellerio

Pagine: 266

“Da anni desideravo trascrivere le ricette dei dolci di nonna Maria, annotate da lei in un quadernetto con le pagine numerate e corredato di indice, un libro vero e proprio. Avevo in mente un lavoro a quattro mani con mia sorella Chiara; nonostante da quarant’anni viviamo in isole diverse, ogni estate ci ritroviamo a Mose – la nostra campagna – e cuciniamo ancora come ci hanno insegnato mamma e zia Teresa. […] L’idea era quella di far rivivere la cultura della tavola di casa nostra attraverso le sue ricette, fotografie d’epoca e alcune pagine “narrative” per le quali avrei attinto ai nostri ricordi e ai racconti di mamma”. Le ricette qui raccolte sono quelle degli anni e delle villeggiature delle due sorelle. E dalle pagine del ricettario familiare, limate dall’uso e dagli aneddoti, riaffiora tutto un mondo perduto di personaggi, di atmosfere e di sensazioni, i molti fantasmi benevoli che affollavano i giorni assolati di due bambine, in una grande casa padronale di metà Novecento. Tra i sapori e profumi delle ricette di casa Agnello ci sono quelli, mai nostalgici ma sempre intensi e fragranti, del tempo trascorso a cui il talento della scrittrice dona il gusto dell’eterno presente della vita.

 

Infine ho preso due libri che uscivano con Repubblica per la collana I grandi della narrativa a 1,00 euro: Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll e Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald.

Purtroppo non avevo sentito parlare dell’iniziativa e quindi per ora nella mia edicola erano disponibili solo questi due volumi…

 

 

 

 

Qualche piccola (ehm…) aggiunta alla mia Wishlist! Stavolta sono tutte storie più o meno legate al mondo delle favole…

 

C’era una svolta di Barbara Fiorino

Eumeswil Editore, 2009, 192 pagine –

Allora, un libro che su Anobii ha 4 stelle e mezzo non lo si può ingorare!

Una vita da favola. Non è quello che tutti vogliamo? Ma come la immaginiamo: come quella di Cenerentola, da sfigata a strafiga, o come quella della Bella Addormentata, da narcolettica a sposa dell’anno? Questo libro vi dimostrerà che la manipolazione dei media è pratica antica: potrete scoprire se le due sorellastre erano veramente delle cozze o se per trasformare un rospo in principe si debba proprio baciarlo. Potrete capire se Hansel e Gretel hanno avuto attenuanti per fare quel che hanno fatto o se il soldatino di stagno era un tipo pesante. Pressanti interrogativi e annose curiosità potranno finalmente essere soddisfatti. Non solo: potrete stupire i vostri amici rivelando particolari finora sommersi sulla doppia vita della Sirenetta oppure deliziare la vostra platea con simpatici aneddoti sugli orchi antropofagi e distratti. Questo libro sarà per voi un vero affare: starete una favola e vivrete per sempre felici e contenti. Più o meno.

 

Swamplandia! Benvenuti nella terra degli alligatori di Karen Russell

– Editrice Elliot, 2011, 404 pagine –

Benvenuti a Swamplandia!, un mondo fatato e bizzarro nella regione delle Everglades, in Florida, adibito a parco tematico, dove alligatori e ragazzine assai speciali si prendono per mano e conducono il lettore a caccia di spiriti, amori irreali, nemici visibili e invisibili. Fra paludi e mangrovie, vive la famiglia Grande Albero, minacciata dalla modernità e dall’arida mancanza di fantasia della realtà terrena che la circonda. Ne fanno parte Ava e Osceola, le due sorelle appassionate di fantasmi e amori ultraterreni; Kiwi, il fratello maggiore, che decide di diventare un eroe per salvare le sorti del parco e della sua famiglia sull’orlo della bancarotta; la defunta madre Hilola, la più grande lottatrice con gli alligatori della storia; il padre Capo Grande Albero, impegnato in una misteriosa missione sulla terraferma; e infine l’enigmatico nonno Dente di Sega, in preda a uno strano rimbambimento senile cine gli annebbia i ricordi, e costretto all’esilio nella Comunità dei Pensionati Sul Mare. Sono loro i protagonisti di questo romanzo che è incanto, viaggio, crescita, metafora della perdita dell’innocenza, con echi di “Alice nel Paese delle Meraviglie” e “II mago di Oz”, ma anche dei miti classici dell’aldilà e della infinita lotta del bene contro il male.

 

La città dei libri sognanti di Walter Moers

– Salani Editore, 2006, 509 pagine –

Ho sentito tanto parlare di Moers su Anobii ma non ho ancora letto niente di suo, anche se ho il presentimento che me ne innamorarei!

Un’altra avventura ambientata nel fantastico continente di Zamonia delleTredici vite e ½ del Capitano Orso Blu. A Librandia, una città che hal’aspetto di un’immensa biblioteca ed è popolata da mostri e libri viventi,un’avventura tra il poliziesco e il fantasy demenziale…

 

Dato che la rubrica è mancata per 2 settimane, aggiungo qualcosina sperando di ottenere di nuovo il vostro favore e di stuzzicare la vostra fantasia libresca!

Avvistamenti

A quanto pare già da un anno si trova sugli scaffali ma io non l’avevo mai notata… sto parlando della collana BIG, Biblioteca Ideale Giunti, edita appunto dalla Giunti, che comprende i più grandi classici della letteratura in un formato compatto (e ad un prezzo accessibile, circa 6,50 euro l’uno) e con delle copertine secondo me fenomenali: ognuna di esse riporta infatti in dipinto più o meno famoso… Ecco alcuni esempi… non viene voglia di averli tutti? (>_<)

 

Not out yet

Infine alcuni avvistamenti di libri che usciranno (in America) nel prossimo futuro e che speriamo di vedere presto anche in Italia!

 

Article 5 – Kristen Simmons

In uscita il 14 febbraio 2012 in USA, primo libro per questa autrice che però pare abbia già scatenato gli entusiasmi di chi ha avuto la fortuna di leggerlo in anteprima. E’ un libro distopico che parla di una New York abbandonata e di un Paese stretto nella morsa dell’esercito…

New York, Los Angeles, and Washington, DC have been abandoned. The Bill of Rights has been revoked, and replaced with the Moral Statutes. There are no more police — instead, there are soldiers. There are no more fines for bad behavior — instead, there are arrests, trials, and maybe worse. People who get arrested don’t usually come back.

 

Born Wicked – Jessica Spotswood

In uscita il 7 febbraio 2012, e sì, non potevano mancarci le streghe. Pur non essendo particolarmente amante del genere (o meglio, spesso lettrice delusa del genere), questo libro pare essere una rivelazione che ha ottenuto ben 4 stelle mezzo su 5 dalla critica!

Cate Cahill and her sisters are considered eccentric bluestockings—a little odd, a little unfashionable, and far too educated for their own good. The truth is more complicated; they’re witches. And if their secret is discovered by the priests of the Brotherhood, it could mean an asylum, a prison ship—or an early grave. Before their mother died, she entrusted Cate with keeping them safe and keeping everyone, including their father, in the dark about their powers. When her father employs a governess and Cate begins to receive notes from her missing, presumed-mad godmother, her task becomes much more difficult. As Cate searches for answers in banned books and rebellious new friends, she must juggle unwanted proposals, tea parties, and an illicit attraction to the new gardener. Cate will do anything to protect her sisters, but at what cost to herself?

 

Per ora è tutto, spero che questa megacomborubrica vi sia piaciuta, per ora passo e chiudo!

 

Tags:

Comments

  1. By Nicky

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *