La cerimonia del massaggio – Alan Bennett

★★★★☆

  • Titolo originale: The laying on of Hands
  • Anno: 2002
  • Isbn: 9788845916830
  • Pagine: 95
  • Compra su Amazon Guarda su Goodreads Guarda su Anobii
Si sa che non c’è nulla di più mondano quanto un buon funerale. E ancor più se si tratta di commemorare un estinto che, letteralmente, ha avuto per le manila “crème de la crème”, ambosessi, di Londra. E allora l’evento può diventare, oltreché mondano, atrocemente intimo. E rischiare da un momento all’altro di sgangherarsi, se il suo programma prevede un preoccupante assolo di sax. E se uno dei convenuti si alza in piedi per tessere un panegirico dell’anatomia del trapassato.

***VECCHIO ARTICOLO DA RIVEDERE***
Com’è che un funerale diventa un avvenimento comico? La risposta è semplice, se l’autore del libro è Bennett, e se il caro estinto in questione è un massaggiatore di bella presenza dagli ambigui gusti sessuali, frequentato in vita da tutti i vip e la gente bene del paese, compreso il sacerdote che celebra la messa.
Il climax si raggiunge quando si scopre che forse il bel massaggiatore non ha lasciato in eredità solo bei ricordi, ma anche qualcosa di più scomodo…
Un libro leggero, che si legge in un pomeriggio, non esilarante ma divertente quanto basta.

Alan Bennett

alan bennett

Alan Bennett è nato a Leeds (Yorkshire occidentale) e precisamente nel quartiere operaio Armley. Figlio di un macellaio, dopo gli studi secondari ha vinto una borsa di studio ad Oxford presso l’Exeter College, dove si è laureato in storia e dove è rimasto per diversi anni come ricercatore e docente di storia medievale, finché non ha abbandonato il mondo accademico per dedicarsi al teatro.
Nel 1960, ha esordito come attore e coautore dello spettacolo Beyond the Fringe. Nel 1968, a Londra, è andata in scena la sua prima commedia: Forty Years On. È del 1996 la sua commedia La pazzia di Re Giorgio, che lui stesso ha sceneggiato l’omonima trasposizione cinematografica del 1994. Nel 2004 è avvenuta la prima rappresentazione della commedia The History Boys (Gli studenti di storia), che ha vinto 6 Tony Award e da cui, nel 2006, è stato tratto l’omonimo film. Proprio in quegli anni l’autore sopravviveva ad una pesante cura antitumorale e dichiarava la sua omosessualità.
Tra le i suoi lavori più celebri spiccano anche la serie di monologhi Talking Heads (Signore e signori) (1988 – 1998), nei quali rientrano Una patatina nello zucchero, La grande occasione e Un letto fra le lenticchie, resi poi celebri nel panorama teatrale italiano grazie alle interpretazioni dell’attrice Anna Marchesini.

Libri recensiti dello stesso autore:

  1. La sovrana lettrice – Alan Bennett
  2. La cerimonia del massaggio – Alan Bennett

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *