La contessa di Porta Pia – Maurizio Onnis & Luca Crippa

Grazie di nuovo alla preziosa collaborazione con la casa editrice San Paolo, vi diamo la possibilità di vincere questo romanzo storico ambientato pochi giorni dopo la breccia di Porta Pia! Subito sotto recensione trovate le regole e il form per partecipare al GIVEAWAY!

 

★★★½☆

Anno: 2011

Isbn: 9788821570926

Casa editrice: San Paolo

Pagine: 168

Sullo sfondo l’unità d’Italia e i suoi protagonisti, più o meno volontari, Pio IX e Vittorio Emanuele, il cardinale Antonelli e i Cadorna. In primo piano una storia che si dipana dal 4 ottobre 1870, alle porte di Roma, giorno in cui si svolge un colloquio teso, pungente, tra la contessa Matilde Orsini ed Egidio Ferrari, del Ministero dei Lavori Pubblici del neonato Regno d’Italia. È lo scontro tra due mondi: quello papalino, impersonato dalla giovane contessa e quello Italiano, incarnato in un membro del governo; ma è anche l’incontro tra una donna e un uomo che ormai sono e continueranno a essere italiani, con le loro virtù e i loro difetti. Uno affresco storico degli anni in cui nacque la nostra nazione si incrocia con la storia di una passione ‘all’italiana’.

“Quante volte devo dirvi che non voglio vedere animali vivi in cucina?”.
La scrofa grufolava felice, con il muso immerso nel cesto dei rifiuti, e i porcellini le urlavano dietro, reclamando la propria parte.

Nel 150° anniversario dell’unità d’Italia, un bel racconto storico ci riporta a quei giorni, a Roma poco dopo la breccia di Porta Pia, che sancisce l’unificazione del Regno. Qui incontriamo Egidio Ferrari, funzionario del Ministero dei Lavori Pubblici, il cui incarico è quello di espropriare i possedimenti della Chiesa per farne degli uffici e permettere il trasferimento della capitale italiana da Firenze a Roma. Lungo il suo cammino incontra però non pochi ostacoli: dalla contessa Orsini, papalina, determinata e non permettere che gli italiani esproprino la sua villa di famiglia, all’esondazione del Tevere (realmente avvenuta, una delle peggiori che la storia ricordi).

Tra nobili papalini e romani-italiani, tra eserciti del regno e borghesi diffidenti, si srotola così il difficile compito di Ferrari, e di tutti i personaggi che gli ruotano intorno… Peccato che il libro sia un pò troppo incentrato sul compito del protagonista, perdendo un pò di vista un momento storico che offre sicuramente un forte spunto e sul quale, secondo me, si poteva dire un pò di più, a partire dal pensiero della gente.

Frasi dal libro

Così, licenziato con le brutte il funzionario torinese e asciugate le lacrime di rabbia e dolore, la contessa si mise in carrozza e abbassò le tendine. Non voleva essere vista ma soprattutto non voleva vedere. Non voleva vedere l’aria di festa che, come le avevano riferito i suoi famigli, attraversava tutta la città, da un capo all’altro. Non voleva vedere i soldati italiani, che con le loro belle divise percorrevano pigri le strade di Roma, raddrizzandosi e salutando con piglio militaresco ogni ragazza incrociata e muovendosi come fossero a casa loro. Meno d’ogni altra cosa voleva vedere la gente a lavoro, gli artigiani nelle loro botteghe, i venditori con le loro bancarelle, le donne che facevano crocicchio tra una spesa e l’altra. E i preti, in tonaca, impegnati a parlare con gli occupanti, a mediare, a celebrare messa per tutti e confessare buoni e cattivi. Come se niente fosse accaduto. Come se quella città potesse essere del papa, degli italiani o di chi Dio sceglieva.

 

Giveaway

E la vincitrice del giveaway è…. PHOEBES che ha partecipato con 4 punti ! Complimenti!

Comments

  1. Rispondi

    • By pumiddu

      Rispondi

  2. By LAURA VALZY

    Rispondi

  3. Rispondi

  4. By Carmen Melfi

    Rispondi

  5. By Phoebes

    Rispondi

  6. By Mara

    Rispondi

  7. By Stefania

    Rispondi

  8. By axecnarf

    Rispondi

  9. By Micaela Catanese

    Rispondi

  10. By Claudia

    Rispondi

  11. Rispondi

  12. Rispondi

  13. By daniela

    Rispondi

  14. By maria

    Rispondi

  15. By Giusy87

    Rispondi

  16. Rispondi

  17. By Morgana DeLarge

    Rispondi

  18. By Angela

    Rispondi

  19. By Caterina Luci

    Rispondi

  20. By Anita Consoli

    Rispondi

  21. By mirtilloblu

    Rispondi

  22. By Ario79

    Rispondi

  23. By maria antonietta scotece

    Rispondi

  24. By daniela

    Rispondi

  25. By rosalinda

    Rispondi

  26. By dansa

    Rispondi

  27. By cristina

    Rispondi

  28. By silvia

    Rispondi

  29. By anele1

    Rispondi

  30. By chiara

    Rispondi

  31. By Brina

    Rispondi

  32. By Phoebes

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *