Nel 2010 ho letto 31 libri per un totale di 7246 pagine con una media di 2 libri e mezzo al mese e 233 pagine a libro.

I libro con la votazione più alta è stato 54 di Wu Ming (*****) mentre quelli con la valutazione più bassa Come diventare buoni di Nick Hornby e Trilogia di New York di Paul Auster (*** ciascuno).

Il libro più corto che ho letto è stato Il gabbiano Jonathan Livingston di Richard Bach, 43 pagine, mentre il più lungo 54 di Wu Ming, 666 pagine.

Il mese più “leggioso” è stato Gennaio con 6 libri letti, mentre quello meno “leggioso” Agosto in cui non ho terminato neanche un libro.

La maggior parte dei libri che ho letto sono scritti da uomini 🙁 stranieri. Nel dettaglio ho letto 27 libri scritti da uomini e solo 4 scritti da donne e 23 libri stranieri contro 8 italiani.

Le keyword che più hanno condotto al mio blog sono quelle riguardanti Papalagi di Tuiavii di Tiavea e Vite brevi di idioti di Ermanno Cavazzoni.
Le più buffe “perchè il disabile mentale si strappa i vestiti”, “nella bibliografia se ci sono commentari con diversi autori” e la migliore in assoluto “distrutta gang bang scena”.

 

LIBRI RECENSITI NEL 2010

FILM RECENSITI NEL 2010