Signor Malaussène – Daniel Pennac

★★★★☆

  • Titolo originale: Monsieur Malaussène
  • Anno: 1995
  • Isbn: 9788807814334
  • Pagine: 444

[amazon-element asin=”8807884062″ locale=”it” listprice=”0″ fields=”button”]

“Ehi! Oh! Mi ascolti? Concentrati un po’, santo dio! Piantala di ronfare nella pancia di tua madre. Dopo tutto ti sto presentando la tribù che ti accoglierà!” E’ Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio, che parla a SignorMalaussène, suo figlio in procinto di nascere, per presentargli la tribùMalaussène, la sua futura famiglia. In una Belleville assediata dagliufficiali giudiziari, qualcuno oppone una strenua resistenza. Al centrodell’azione il cinema Zèbre, dove si vorrebbe proiettare, una sola volta primache venga distrutto, il Film Unico di un vecchio e celebre produttore cinematografico.

In questo quarto libro della Saga Malaussène, o saga di Belville, dopo “Il paradiso degli orchi”, “La fata Carabina” e “La prosivendola”, Malaussène risorge ancora una volta dalla proprie ceneri, mostrandoci un Pennac all’ennesima potenza: divertente, coinvogente, delirante. E’ il Pennac che ama scrivere, e si sente, si sente leggendo ad alta voce, con le parole che riempiono la bocca. Il protagonista è ancora lui, Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio e sua moglie Julie, incinta dell’ennesimo futuro appartenente alla tribù Malaussène. E poi un film unico girato durante tutta una vita da distruggere dopo la proiezione, una suora, i suoi Templari e le sue puttane ravvedute, le predizioni di Thèrèse, un illusionista che fa sparire palazzi e tatuaggi come opere d’arte. Un’infinita serie di colpi di scena che rende questo libro un vero e proprio viaggio, una sorta di giallo a volte esilarante e a volte amaro. Si segue la loro storia, trepidando; si spera e ci si appassiona, ognuno al proprio personaggio, e tutti al grande Benjamin che ancora una volta ci fa sentire un pò meno sfortunati e un pò più uniti alla sua grande tribù.

Il segnalibro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *