VOTO: 8 · GENERE: Narrativa
In questo quarto libro della Saga Malaussène, o saga di Belville, dopo "Il paradiso degli orchi", "La fata Carabina" e "La prosivendola", Malaussène risorge ancora una volta dalla proprie ceneri, mostrandoci un Pennac all'ennesima potenza: divertente, coinvogente, delirante. E' il Pennac che ama scrivere, e si sente, si sente leggendo ad alta voce, con le parole che riempiono la bocca. Il protagonista è ancora lui, Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio e sua moglie Julie, incinta dell'ennesimo futuro appartenente alla tribù Malaussène. […]