Skip to content

Published in: Recensioni, Graphic novels, Graphic novels & Comix

Fun Home – Alison Bechdel

Un memoir un po’ pretenzioso

Fun Home è un memoir particolare, coraggioso, non saprei dire se del tutto sincero, la storia di una famiglia secondo me non poi così strana come l’autrice vorrebbe farci pensare, ricchissima di interessanti riferimenti letterari, in cui spesso però i punti di forza diventano anche i punti deboli.

Published in: Recensioni, Libri, Autori stranieri

La strada – Cormac McCarthy

la strada cormcac mccarthy sonosololibri

Mai è un sacco di tempo

Un padre e un figlio, una strada da percorrere senza un inizio e senza una fine, senza una meta se non la speranza. Una cappa di fuliggine tossica pervade l’aria, i giorni sono pallidi e freddi, fatti di un sole anemico, malato, incapace di scaldare la terra e tantomeno gli animi dei pochi abitanti rimasti. Le notti più nere nel nero, terrificanti, gelide. La terra è sterile, l’acqua quasi imbevibile, e il silenzio terrificante.

Published in: Recensioni, Libri, Autori stranieri

Billy Argo, Il ragazzo detective fallisce – Joe Meno

Non tutti i misteri possono essere risolti

Billy Argo non è un romanzo di formazione, non é una detective story, e non é un romanzo psicologico. Eppure unisce gli elementi di questi tre generi creando di fatto una storia dai contorni alquanto bizzarri.

Quando era giovane, Billy Argo era il miglior ragazzo detective che Gotham City, nel New Jersey, avesse mai visto. Insieme alla sorella e all’inseparabile amico, hanno risolto con successo i casi più complessi, consegnando alla legge i criminali più incalliti.
Ormai divenuto adolescente Billy è partito il college e la sorella, orfana del suo mito e della sua guida, si è suicidata, facendolo precipitare in una depressione che lo ha portato dentro un istituto psichiatrico per un decennio.

Published in: Recensioni, Libri, Autori stranieri

Il giorno dei trifidi – John Wyndham

A scatenare il terrore saranno davvero le piante carnivore?

Il giorno dei Trifidi è il libro di fantascienza esattamente come non te lo aspetti. Non ci sono navicelle spaziali, alieni o tecnologie futuristiche, non ci sono fughe al cardiopalma, grandi eroi o scienziati superdotati che cercheranno di salvare il mondo.

L’incipit del romanzo, omaggiato poi nel film “28 giorni dopo”, è folgorante: William Masen, biologo, si sveglia nel letto d’ospedale nel quale è ricoverato dopo un’operazione agli occhi, e subito si rende conto che qualcosa non va: nonostante l’ospedale si trovi nel centro della caotica Londra, nessun rumore giunge dalla strada sottostante. Il silenzio sovrasta ogni cosa, ed è così inquietante da metterlo subito in allarme.
Poco dopo scoprirà che quasi tutta la popolazione, a parte pochissimi fortunati, è stata resa cieca dall’incredibile pioggia di meteoriti avvenuta la notte precedente che ha attirato alla finestra l’intera popolazione mondiale.

Published in: Recensioni, Autori Italiani, Libri

Nimbus – Alessio Gallerani

Un buon libro con un terribile finale

Nimbus è un libro decisamente strano, una sorta di urban-fantasy (così lo definisce la casa editrice) che sconfina nell’horror e che ha i suoi perchè. I protagonisti sono adolescenti credibili che per una volta hanno cervello (anche se, paradossalmente, non dovrebbero), nel pieno di quel periodo della vita in cui hanno a che fare con i bulli e con una famiglia che sentono ostile, alla prese con i primi amori, come quello di Simon per Selene, e con problemi che gli sembrano troppo grandi.

Published in: Recensioni, Libri, Autori stranieri

Abbiamo sempre vissuto nel castello – Shirley Jackson

abbiamo sempre vissuto nel castello sonosololibri

Il delicato e ironico senso del macabro di Shirley Jackson

Constance, Mary Katherine detta Merricat e l’anziano zio Julian vivono una vita idilliaca, o almeno così sembra, in una grande villa ai margini del paese. Gli altri membri della famiglia Blackwood sono tutti morti, avvelenati sei anni prima da una zuccheriera contenente arsenico durante un pranzo familiare. Constance, unica indiziata dell’omicidio, è stata assolta, ma nonostante questo gli abitanti del pease non hanno mai smesso di fare pettegolezzi e guardare gli unici sopravvissuti della famiglia Blackwood con disprezzo e sospetto.

Published in: Recensioni, Autori Italiani, Libri

Non sono stato io – Daniele Derossi

Inquietante e introspettivo

“Non sono stato io”. Ma io chi, e a fare cosa?
In bilico tra un dramma familiare e le cupe atmosfere di un isolato paesino di montagna ricco di leggende, si srotola il thriller psicologico di Daniele Derossi, una storia nera che si legge tutta d’un fiato, in un crescendo di macabri giochi, di passati taciuti e di ansie forse non del tutto infondate.

Ada ha 30 anni e un figlio, Giacomo. E’ dovuta suo malgrado battere in ritirata nel paesino in cui è cresciuta, Serana, 800 abitanti incastrati tra le montagne dell’Alta Val di Susa, dopo 10 anni di permanenza a Londra e la separazione dal marito pachistano Bashir.