Skip to content

Il magnifico Spilsbury – Jane Robins

Il magnifico Spilsbury

Se siete appassionati di gialli, storie di assassini e investigatori, non potete farvi sfuggire Il magnifico Spilsbury, Ovvero gli omicidi delle vasche da bagno.
A metà tra un saggio e un romanzo, il libro ripercorre la storia di Bernard Spilsbury, anatomopatologo che nei primi anni del ‘900 si guadagnò il soprannome di “il vero Sherlock Holmes” e che divenne, grazie alle sue intuizioni, uno dei padri della moderna medicina forense. Insomma il nonno di CSI. (La sentite la musichina vero? Who are you? Who, who, who, who?)

Il suo nome diventò familiare a tutta Londra quando, nel 1910, testimoniò in tribunale durante l’udienza del tragico Dottor Crippen, accusato di aver ucciso la moglie Cora con la complicità dell’amante Ethel Le Neve e di averla poi seppellita in cantina.
Ma la sua vera affermazione avvenne con i casi degli Omicidi della vasche da bagno.

spilsbury
Sir Bernard Spilsbury, definito il vero Sherlock Holmes

Bessie Mundy, Alice Burnham e Margaret Lofty sono tre donne che non brillano particolarmente né per bellezza né per intelligenza, ma che hanno qualcosa di ben più interessante in comune: sono zitelle e cercano disperatamente un marito. 

Proprio questo le pone nel mirino di George Smith, un individuo sfuggente, dal passato poco chiaro, ma con una personalità autoritaria e affascinante. Dopo pochi giorni dal matrimonio però, tutte e tre annegano misteriosamente nella vasca da bagno.
I loro destini di incroceranno con quello di Spilsbury anche se, ahimè, le povere donne saranno irrimediabilmente sdraiate dentro una bara.

Il magnifico spilsbury cover

Sullo sfondo storico di un’Europa dilaniata dalla Prima Guerra Mondiale, Il magnifico Spilsbury ripercorre la tragica vicenda con dovizia di fatti e fonti -tutte meticolosamente riportate nella sezione finale del testo-, creando un vero affresco dell’epoca tra scienza e costume.

Se questa vicinanza ai fatti è il punto di forza del libro però, nel contempo è anche il suo punto debole: essendo di fatto molto più vicino a un saggio che a un romanzo, la narrazione tende a essere spesso lenta e ripetitiva, soprattutto nella parte centrale in cui, forse, la versione romanzata poteva aiutare ad aggiungere un po’ di brio alla storia.

Rimane comunque un libro imperdibile, anche se non particolarmente “scoppiettante”, per gli appassionati di assassini e chiunque si interessi alle scienze forensi, nonché per scoprire le origini dei moderni CSI!

Potrebbe interessarti anche

  • Genere:
  • Anno pubblicazione: 2011
  • Isbn: 9788806205560
  • Traduttore: Ada Arduini
  • Pagine: 278
Bessie Mundy, Alice Burnham e Margaret Lofty sono tre donne che hanno una cosa in comune: sono zitelle e cercano disperatamente un marito. Ognuna di loro incontra uno sconosciuto dalla chiacchiera facile, rimane incantata dalle sue promesse e lo sposa. Ma per tutte e tre il matrimonio diventa presto un'esperienza letale. La nazione si rivolge a un giovane patologo forense, Bernard Spilsbury, per capire se dietro la morte di quelle giovani donne, che lì per lì sembrano annegate in seguito a un attacco epilettico, non si nasconda invece uno o più assassini. Dotato di un fortissimo carisma personale e di una fiducia nelle proprie conoscenze scientifiche che lo sosterranno nel corso di parecchi processi celebri, fino a farne un beniamino dei giornali dell'epoca, Spilsbury esegue le indagini con grande cura e, avvalendosi della pur scarsa tecnologia disponibile all'epoca, intuisce che le morti delle tre donne sono da attribuirsi a un unico colpevole. La Prima guerra mondiale è da poco iniziata, Londra è sotto la minaccia delle bombe degli Zeppelin, ma l'intera nazione è assorbita dal processo delle "Spose nelle vasche da bagno". Le storie di quegli omicidi riescono persino a scacciare l'orrore della guerra dalle prime pagine dei giornali: rappresentano un male ordinario e insidioso, che avviene in tranquille cittadine di mare, nel sereno svolgersi della vita coniugale, nell'intimità della casa....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gestisci gli utenti iscritti alla discussione.