Skip to content

Tag: fuori stampa

Published in: Libri, Speciale libri, Speciali: libri e cinema

Speciale libri: 7 libri strani che dovresti leggere (o anche no)

Chi mi conosce sa che sono appassionata di libri strani, e quando dico strani non intendo solo quelli con una trama particolare, ma anche, o soprattutto, quelli con una “confezione” diversa dalla norma. Insomma libri per cui la regola per la quale si legge da sinistra a destra e dall’alto in basso, o che le pagine sono fatte solo di parole, a volte non vale.
Trasformare un’opera letteraria in un oggetto unico e speciale non è solo una pratica moderna: già nel Medioevo si trovano esempi di libri straordinari, progettati per assecondare le esigenze dei lettori di ogni epoca, o per stupirli con forme e caratteristiche insolite e inaspettate, ma per ora limitiamoci ad opere più moderne

Published in: Recensioni, Libri, Autori stranieri

Casa di Foglie – Mark Z. Danielewski

Un geniale libro labirinto, capolavoro assoluto della letteratura ergodica

La storia gira intorno a tre personaggi principali: Johnny Truant, un ragazzo che già di suo non sta proprio benissimo con la testa, il quale trova in casa di Zampanò, un vecchio alquanto strano deceduto di recente, un baule contenente gli appunti per un manoscritto. Si tratta dell’analisi e della ricostruzione di un docu-film che Billy Navdson, fotografo di successo, ha girato all’interno della sua casa, intitolato “The Navidson Record”. Ora se vi state chiedendo perché qualcuno dovrebbe girare un docu-film all’interno della propria casa, state facendo la domanda giusta. E la risposta è che all’interno della casa di Billy, trasferitosi da poco con la sua famiglia, compare all’improvviso una porta. Dietro a questa porta non c’è nient’altro che un corridoio completamente buio, o almeno questo è quello che sembra all’inizio.

Published in: Libri, Autori stranieri

Blu quasi trasparente – Ryū Murakami

Una storia dura, senza fronzoli, senza movente, bellissima.

Un avvertimento per i potenziali lettori di questo libro: se avete pregiudizi riguardo al sesso di gruppo o al sesso alternativo, dovreste evitare questo romanzo. Se avete problemi con l’abuso di droghe e con i connubi droga/alcool che inducono il vomito, dovreste evitare questo romanzo. Se avete letto Trainspotting, Meno di Zero, o anche solo Gang Bang di Palahniuk e li avete trovati disgustosi, disturbanti o in qualunque modo lesivi del vostro credo o della vostra persona, dovreste evitare questo romanzo.

Il Giappone è un paese pieno di contraddizioni, dove l’estremo pudore si affianca agli hentai e ai bukakke, la cerimonia del thè alla Yakuza, le delicate Geisha da spettacolo alle prostitute bambine. Non mi sono meravigliata quindi quando ho letto che questo libro, vincitore del Premio Akutagawa nel 1976, è stato definito “il libro che ha sconvolto il Giappone”, forse proprio perchè per la prima volta qualcuno osava parlare dell’altra faccia della medaglia di una società ordinata e limpida: al contrario della la scrittura onirica e delicata dell’altro Murakami, Haruki, o di Banana Yoshimoto, qui troviamo la crudeltà sbattuta in faccia ed esposta fino all’osso.

Published in: Recensioni, Libri, Autori stranieri

Nostra signora delle tenebre – Fritz Leiber

Una moderna metropoli infestata da entità oscure

Franz Westen, il protagonista, scrive racconti horror per una serie televisiva. Non ancora del tutto uscito da una crisi profonda, dovuta alla morte della giovane moglie, una sera, affacciandosi dalla finestra del suo appartamento, vede sulla collina prospiciente una sinistra figura scura che danza nella notte.
Siamo in una San Francisco misteriosa, abitate da strane forze, nella quale ci muoviamo attraverso la mappa tracciata da un libro segreto e maledetto: “Megalopolisomanzia: una nuova scienza urbanistica” del fantomatico Thibaut De Castries, che postula l’esistenza dei “paramentali”, esseri mostruosi e infidi, il cui habitat naturale sono proprio le moderne megalopoli.