City – Alessandro Baricco

★★★★★

  • Anno: 1999
  • Isbn: 9788817865630
  • Pagine: 322
amazon-icongoodreads-iconanobii-icon
Questo libro è costruito come una città, come l’idea di una città. Mi piaceva che il titolo lo dicesse. Adesso lo dice. Le storie sono quartieri, i personaggi sono strade. Il resto è tempo che passa, voglia di vagabondare e bisogno di guardare. Ci ho viaggiato per tre anni, in “City”. Il lettore, se vorrà, potrà rifare la mia strada. È il bello, e il difficile, di tutti i libri: si può viaggiare nel viaggio di un altro? Quanto ai personaggi – alle strade – c’è un po’ di tutto. Ci sono uno che è un gigante, uno che è muto, un barbiere che il giovedì taglia i capelli gratis, un generale dell’esercito, molti professori, gente che gioca a pallone, un bambino nero che tira a canestro e ci becca sempre. Gente così.

Un libro bellissimo, quello che ho consigliato a tutti quest’anno. Il mio libro dell’anno, direi. Mi sono affezionata profondamente ai personaggi, tanto che quando il libro è finito mi sono detta “e adesso?”. Certe situazioni, seppur paradossali, sono così vive, e vivide. E come si può non innamorarsi della piccola Shatzy, e magari trovare in lei qualcosa di noi, come è successo a me… Spesso fa ridere, a volte fa piangere, a volte ci si perde in quelle “macro” di un attimo… Pieno di spunti su cui riflettere, e punteggiato di scene così divertenti da far venire le lacrime. Tra l’altro, senza anticipare niente, oserei dire uno dei finali più sconvolgeti che io ricordi. Lo consiglio vivamente.

Alessandro Baricco

alessandrobaricco

Alessandro Baricco è uno dei più noti esponenti della narrativa italiana contemporanea. Nato a Torino nel 1958, si laurea in Filosofia con una tesi in Estetica con relatore Gianni Vattimo e studia contemporaneamente pianoforte al Conservatorio. L’amore per la musica e per la letteratura ispirano sin dagli inizi la sua attività di saggista e narratore. Il suo esordio come scrittore avviene proprio con un saggio su Gioachino Rossini, Il genio in fuga’ (1988). Successivamente lo scrittore si afferma con il romanzo Castelli di rabbia’ (1991), Premio Selezione Campiello e Prix Médecis Etranger, che riscuote un grande consenso di pubblico e di critica. Alla letteratura Baricco affianca anche l’attività di conduttore televisivo – con le trasmissioni RAI L’amore è un dardo’ (1993), Pickwick, del leggere e dello scrivere’ (1994) e Totem’ (1998) – autore, regista e interprete teatrale e regista/sceneggiatore cinematografico. Tra le opere più note dello scrittore si ricordano, oltre al già citato Castelli di rabbia’, Oceano mare’ (1994), Premio Viareggio e Premio Palazzo al Bosco, il monologo teatrale Novecento’ (1994) da cui Giuseppe Tornatore ha tratto il film La leggenda del pianista sull’oceano’, Seta’ (1996), portato sullo schermo da François Girard con una produzione e un cast internazionali, City’ (1999) e Senza sangue’ (2002). Nel 2006 ha pubblicato a puntate su La Repubblica il saggio I barbari. Saggio sulla mutazione’. Dal 1994, anno in cui l’ha fondata, presiede la Scuola di scrittura Holden di Torino.

Libri recensiti dello stesso autore:

City – Alessandro Baricco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *