Questa sono io – Federico Guerri

questa sono io federico guerri

★★★★½

  • Anno: 2012
  • Isbn: 9788876063992
  • Casa editrice: Ass. Culturale Il Foglio
  • Pagine: 210
  • Prezzo: 14,00 €
  • Compra su Amazon Guarda su Goodreads Guarda su Anobii
Laura Prete – ex reginetta di bellezza, ex soubrette, ex inquilina della più famosa villa della televisione, attuale fidanzata d’Italia e direttrice di una Scuola per lo spettacolo – ha sparato in testa, in diretta televisiva, al più rispettato showman della nazione. Il pubblico, incollato al teleschermo, si sta chiedendo: perché? E Laura, in questo romanzo, ci dà le sue risposte. Purtroppo, però, conoscerete tre Laure e ognuna, a turno, vi consegnerà la sua verità. A chi sceglierete di credere: alla bambina in rosso, alla ragazza in visone o alla donna in ombra?

Ogni storia che si rispetti ha due livelli. Quelle veramente buone, almeno tre.

Lo dico subito, questo libro l’ho divorato in due giorni, ed è geniale.

L’autore, già Sindaco della pagina Facebook Mondo di Nerd, è soprattutto un uomo di teatro, ed è proprio questo escamotage che usa per la sua messa in scena. Sipario, azione, fermo immagine. Tutte le comparse sono bloccate nell’attimo in cui Laura Prete, ex reginetta di bellezza, ex soubrette, ex inquilina della più famosa villa della televisione, attuale fidanzata d’Italia e direttrice di una Scuola per lo spettacolo, ha appena sparato in testa, in diretta televisiva, al più rispettato showman della nazione. Le luci si accendono sul narratore, Laura Prete stessa, o, per meglio dire, tre versioni di lei. Ognuna, a turno, ci racconterà la sua storia e il modo in cui siamo arrivati a quell’attimo in cui tutto è bloccato.

“Ogni storia che si rispetti ha due livelli. Quelle veramente buone, almeno tre.” Questa forse ne ha anche di più, e, come in un esercizio di stile, si ripete per non essere mai la stessa, viaggia su piani differenti svelando ogni volta un pezzetto di un puzzle che si incastra alla perfezione e che ci porterà a vedere le cose nell’insieme ad un finale tanto spiazzante quanto liberatorio, che detona come una bomba dando un senso non solo alla parte “meramente” letteraria, ma anche alla parte critica dell’opera.

Il linguaggio di Federico Guerri affascina, scorre soffermandosi ogni tanto sui giusti punti, su un particolare, muta a seconda della necessità, rimane semplice riuscendo nel contempo a essere poetico, triste, divertente, crudo.

Da persona che ha lavorato nel mondo dell’arte, dico spesso che nella maggior parte dei casi il recensore tende a vedere nell’opera più di quanto non abbia veramente voluto metterci l’artista. E la cosa che rende forse più di ogni altra affascinante questo libro è che in questo caso non ne sono certa. Le allusioni al mondo del cinema, della tv, della letteratura, della musica e del teatro non mancano, rendendo al lettore il quadro antitetico della società odierna, ma senza mai davvero dare a vedere che ciò sia voluto, rimanendo a un livello più basso che è si lo sfondo ma nel contempo anche il fulcro della storia di Laura.

“Ogni storia che si rispetti ha due livelli. Quelle veramente buone, almeno tre.” Questa forse ne ha anche di più.

In questa storia c’è l’amore puro, c’è la crudeltà, c’è la vita vera e quella immaginata, c’è la rivolta, la rassegnazione, c’è il sarcasmo, la tenerezza. C’è che il libro ti costringe a leggere a oltranza e finisce troppo in fretta, e nel momento in cui giri l’ultima pagina ti vien voglia di ricominciare da capo. Ci sono tanti livelli di lettura e, in uno di questi, da qualche parte c’è anche qualcosa di noi. Un libro straordinario che trasforma il dramma in commedia senza darsi troppe arie.

Pseudobiblia

pseudobibliaQuesto libro partecipa al “Progetto Pseudobiblia” con: Piergiorgio Pieri, Premio Strega per “Tutto il tempo del mondo”, Simon Royal, prolifico autore di “Them e Shelly – La figlia del demonio” (e forse altri libri che non ho notato?).

Frasi dal libro

Ogni storia che si rispetti ha due livelli. Quelle veramente buone, almeno tre.

“I concorsi di bellezza sono un supermarket della fica per politici e star in declino” dice, dopo una lunga pausa, la Laura in visione. (pag. 119)

Il segnalibro

Questa sono io segna

Federico Guerri

Guerri_Federico

Federico Guerri, maremmano trapiantato a Pisa, è drammaturgo, insegnante di teatro e scrittura creativa, regista, improvvisatore, padre di famiglia e Sindaco di Mondo di Nerd (non necessariamente in quest’ordine).
E’ autore di un numero spaventoso di opere prime, sia per progetti di teatro ragazzi che per compagnie professionali. Se ne può leggere qualcuna anche in Anche Shakespeare ha avuto i brufoli.
Questa sono io è il suo primo romanzo.

Libri recensiti dello stesso autore:

Questa sono io – Federico Guerri

No Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *