Skip to content

Published in: Giveaways & anteprime

Giveaway – L’inverno che Helen O’Mara smise di sognare – Lisa Moore

Il canale youtube di Sonosololibri ha appena raggiunto i CENTO iscritti! Così, per festeggiare l’evento, ho deciso di organizzare un Giveaway grazie anche alla gentile collaborazione della Bollati-Boringheri che mi ha cortesemente spedito questo libro!

Titolo: L’inverno che Helen O’Mara smise di sognare

Autore: Lisa Moore

Anno: 2011

Isbn: 9788833922423

Casa editrice: Bollati Boringheri

Pagine: 274

Prezzo: 16,50

La notte di san Valentino del 1982, una “tempesta perfetta” provoca l’affondamento di una piattaforma petrolifera al largo di Terranova. A bordo ci sono 84 membri dell’equipaggio, reclutati nelle cittadine della costa, giovani, poveri e inconsapevoli o incuranti del rischio. La storia narrata da Lisa Moore è quella di chi rimane. Helen O’Mara è una delle vedove, ha tre figli piccolissimi e ne aspetta un quarto. Helen è costretta a continuare a vivere, per essere insieme madre e padre, ma una parte di lei, quella innamorata di Cal, il marito morto, resterà congelata nella lunga notte d’inverno che ha cambiato la sua vita. Il lutto assume via via le forme del dolore, della ribellione, del rimpianto, del ricordo, del sogno, ma sembra non finire mai. Ogni pausa dall’impegno di cura, ogni sguardo che Helen alza verso la finestra dal lavoro di cucito che ha scelto per tirare avanti, le riporta alla mente un episodio della vita con Cal; ogni notte è affollata di sogni che si confondono con gli ingannevoli richiami del dormiveglia. Solo più di vent’anni dopo, quando John, l’unico figlio maschio, che non a caso ha scelto di lavorare come esperto di sistemi di sicurezza per le piattaforme petrolifere, telefona per annunciarle che diventerà padre, Helen si sveglia dal lungo, ostinato, torpore del desiderio. Il disgelo assumerà la forma concreta di Barry, un attraente quanto riservato artigiano che la saggia e attenta sorella Louise le ha mandato per sistemare la casa.

Come partecipare

Per fare una cosa diversa ho pensato di giocare sulla parola “cento”. Quello che vi chiedo è quindi di scrivere una poesia MONORIMA che faccia rima proprio con questa parola (il che significa che ogni verso deve finire con una parola che finisca con “ento”)! La metrica non è importante, lascia andare la fantasia! Puoi farla lunga quanto vuoi e si, ovviamente sono ammesse le licenze poetiche! Non ci hai capito niente? Ok, ti faccio un esempio:

Stamattina a cuor contento
camminando sul cemento
ho visto volar un paravento
ed ho avuto un cedimento

In palio ci sono due copie del libro: una per la poesia che risulterà più bella o più fantasiosa, e l’altra per uno dei partecipanti che verrà estratto a sorte!

 

Quindi quello che bisogna fare per partecipare al giveaway è

  • lasciare il commento con la poesia
  • seguire il canale youtube

Le altre opzioni, cioè “twittare” il giveaway e mettere il like su facebook sono facoltative ma danno un punto ciascuna in più per il sorteggio finale!

Per questo giveaway vorrei anche sperimetare un nuovo gestore molto utilizzato in America proprio per gestire i Giveaway. Purtroppo al momento è solo in inglese, quindi se qualcuno avesse qualche problema non deve far altro che chiedere. Il funzionamento è comunque semplicissimo, basta solo cliccare sulle spuntine verdi nel box qui sotto e seguire le istruzioni! In ogni caso sotto al box ho messo una descrizione dettagliata del funzionamento! Se il metodo funzionasse sarei molto felice perchè semplifica enormemente la gestione, e secondo me una volta utilizzato la prima volta, diventa semplicissimo!

Ecco il bannerino per la condivisione!

Il giveaway scade il 15 febbraio! Buona fortuna e buone poesie!

And the winners are…

La vincitrice per la poesia più bella è…
coccinellalussy!!
Mentre la vincitrice estratta a sorte è… Ehlena! (Rafflecopter ha un estrazione powered by random.org che potete vedere nella casella qui sopra!)

Complimenti a entrambe e grazie a tutti per aver partecipato e… al prossimo giveaway!!


34 comments on “Giveaway – L’inverno che Helen O’Mara smise di sognare – Lisa Moore”

  1. Io son molto contento
    di partecipare a questo evento
    per voi ho un forte sentimento
    e spero di arrivare molto prima del numero 100! ^^

    Spero che vi piaccia ^^

    Incrocio le dita ^^

  2. In faccia, proprio lì sul mento
    s’è preso un pugno assai cruento;
    a vederlo, che spavento!
    Steso a terra, sfatto e spento!

    uhm… La chiamerei Quartina in ottonari per un pugile U.U
    Come sono pessimista xD

    Comunque idea veramente bella, mi piace!

  3. Che bella idea quella della poesia!!!
    Non sono molto brava ma è stato così divertente provarci che alla fine m’è uscita pure lunghetta! E’ molto scema e senza senso, vi avviso! 🙂

    Eccola qui:

    Allora anche io tento
    di fare un componimento
    tutto in rima con il cento
    e con molto accanimento
    partecipo contento
    seguendo il regolamento
    e sperando in un portento
    che a mio favore volga il vento
    della fortuna; ma non mi lamento
    né resterò poi sgomento
    se non sarà il mio vaneggiamento
    a vincere questo bel cimento
    perché è stato un po’ un tormento
    ma anche un gran divertimento
    partecipare a questo evento
    con sì gran coinvolgimento
    e così, subito, al momento
    senza nessun ripensamento
    concludo un poco a stento
    e restando in argomento
    questa poesia di parole ne ha cento.

    Sono ammesse le licenze poetiche quindi io mi sono permessa di parlare al maschile perché altrimenti non faceva rima! 🙂

      1. Bene, sono contenta!! Anche secondo me era più pratico, ma ero titubante per via dell’inglese. Comunque pare che per ora non ci siano stati problemi! Tra l’altro nel backoffice c’è il modo di estrarre automaticamente un vincitore senza dover usare random.org!

        Per il giveaway, in realtà ero titubante, pensavo fosse troppo complicato, e invece fino ad ora siete state/i tutti favolosi!! Ah, mi sono accorta che non c’è il bannerino per condividerlo! Lo faccio subito!!

  4. Ti scopro solo ora con molto sgomento
    bazzicando nel gruppo facebook giulivo e contento,
    e vedo che un giveaway è in atto da questo momento.
    “Un libro è un palio se fai rima con cento”
    dice la Ambra senza tentennamento.
    “Ma io delle rime non sono un portento
    e la poesia mi annoia, mi deprime, mi lascia scontento”
    Però mi applico, scrivo, e con tutto l’intento
    eccomi qua con questo piccolo componimento

  5. Per scrivere ci vuole tanto cuore e un po’ di talento,
    apparentemente questo per noi è fonte di grande spavento,
    ma più si scrive più si diventa veloce come il vento,
    quindi scriviamo per non avere mai il cuore e l’anima spento.

    Ho scoperto questa mia grande passione,
    la scrittura, che è una bellissima invenzione,
    oh scrittura, per me sei un prezioso dono della creazione,
    ti dedico questa mia poesia in questa piccola versione.

  6. Immagina la spiaggia di Agrigento
    nel giorno estivo del suo più gran fermento,
    il mare nella bruma sonnolento
    e laggiù quel venditore fraudolento
    da cui comprai un regalo, un fil d’argento,
    e buggerato fui da quel portento!
    Comunque questo pare un grande evento
    e sembra logico trattar quest’argomento,
    piuttosto che pensare a quel momento
    in cui l’orgoglio fu preso per il … mento!
    Ché poi ‘sto numero ciccioso, sì, e opulento
    con quel suo suono dal tondo lineamento,
    mi rimembra il giro della Ruota, oh che tormento,
    col pubblico a ripeter: “Cento, Cento”!
    Ma, via, mi fermo, vado sentimento
    nel dir che il mio diletto è già contento
    e soddisfatto in questo complimento
    che si condensa in: “VivA il tuo talento”!

  7. Ho cambiato una rima che non era una rima 🙂

    Dove si vince un libro io corro come il vento
    se poi a metterlo in palio se tu sono ancor più contento.
    Quindi questo post commento
    e ti posto un avvertimento:
    non cambiare mai che il tuo blog porta giovamento
    agli amanti dei libri che preferiscono una bella lettura a un mondano evento.
    Ti auguro un buon aumento
    di quelli che che i tuoi video vedono con sentimento.
    Molti di più di cento e anche di milleduecento.
    ora un saluto tento
    e me vado via lento.

  8. Ciao cara. Io adoro scrivere, sin da quando ero piccola, perché nei momenti di tristezza mi sollevava e gettava nel foglio ciò che tenevo nel cuore. E proprio di tristezza parlano queste parole, un pò mosse anche da storie finite male e come non si spererebbe mai. Spero di non gettare un velo di malinconia in questa pagina così gioiosa!! 😉 Un bacione da LUCY 🙂
    GIULIA – Alla finestra -come noi- cadono.. neve e vento.
    CARLO – In che senso? Spiegami: cos’è tutto questo malcontento?
    GIULIA – Come cosa? non lo capisci? Che sei un po’ lento?
    CARLO – Ma come ti permetti? Cos’è questo atteggiamento?
    E comunque non inquadro l’argomento.
    GIULIA – infatti è questo. Non ti accorgi di nulla. “Ma che bel fidanzamento”
    CARLO – ti gira male? hai avuto qualche abbagliamento?
    GIULIA – macché, sei cieco. Te lo dico io. Non stai attento.
    Questo perché ho ragione. C’è disinteressamento.
    CARLO – nono, semmai sarai tu, e io non mento.
    Allora?? Un commento??
    GIULIA – Senti Carlo. Questa storia è un tormento.
    Mai una parola o un apprezzamento
    Una carezza, un complimento
    E questo tu lo chiameresti affiatamento?
    Ma per favore, che sgomento!!
    Non c’è destino, non c’è appagamento
    Tra me e te c’è troppo sbilanciamento
    Non si tratta di un solo comportamento
    O in particolare di un evento
    È la sostanza, l’insieme. Lo vedo, lo sento.
    Quando due persone si amano si fanno un giuramento
    È quasi come se fosse sempre il primo appuntamento
    Amicizia, rispetto, un pizzico di corteggiamento
    L’amore non è il fine, né lo strumento
    Sono l’una dell’altra a completamento
    CARLO: Un attimo, un momento!
    Non hai notato in me alcun miglioramento?
    GIULIA: Ecco, questo è un altro elemento
    Da non sottovalutare: sei lunatico. Un momento triste, l’altro contento
    Il momento dopo prepari testamento
    E poi parli sempre per risentimento!
    Io non dico che mi lamento, ma non ti farei nemmeno un monumento.
    Non mi vedi qua sola, triste, in isolamento?
    È questo il risultato del tuo comportamento
    Hai portato tutto al disfacimento
    CARLO: Senti Giulia, ti do un piccolo suggerimento
    Gira alla larga sennò te lo dico io chi diventa violento!
    Non dare la colpa a me, hai capito? Miss “Ho talento”
    Perché non sei nessuno, sai io di donne quante ne accontento
    GIULIA: Allora vai. Investire su di te è stato un fallimento.
    Peggio di un versamento con ZERO rendimento
    Sei orgoglioso, arrogante e spento!
    Con te è come stare in un campo di concentramento
    A Me sta bene, insultami pure, te lo dico senza nessun ripensamento
    Sono io che ho tirato fuori l’argomento. Com’è che dice il nono comandamento?
    Se fosse stato per te altro che chiarimento….
    Ho saputo sa’! Che ti pare? Mi aspettavo un cedimento
    E invece niente, sempre lì, con quel braccialetto d’argento
    A dirmi che era di tua cugina. Il riassunto di noi in una parola? TRADIMENTO.

  9. i miei pensieri sono cento
    son tutti persi nel vento
    ma ancora li sento
    e se mi va tento
    di riafferarli in modo lento
    ma sono davvero un fallimento
    perché io mento
    e diventano il mio tormento!!!
    yt: mariposinacate

  10. Ecco la mia creazione =)

    Fiero nel suo portamento,
    del suo distinto abbigliamento,
    un signore corpulento
    passeggiava disattento
    per le fredde vie di Trento.
    Per tenere in sù il mento,
    segno di compiacimento,
    non badò in quel momento,
    ad un buco nel cemento,
    e il suo tronfio andamento
    si tramutò in rotolamento.

  11. Un pomeriggio spento.
    Sento l’ululato del vento, la neve e il suo tormento.
    Mi bisbiglia nelle orecchie promesse di vetro e sogni di cemento.
    Non sono contento. Ho paura del cambiamento.
    Le mie gambe tremano : un cedimento.
    Sono combattuto ; sogno, mi sveglio e mi spavento.
    Lascio le speranze in un cassetto , dietro un paravento di ipocrisie e sgomento.
    Le mie ali fremono sulle frequenze della fantasia, ma la realtà mi tiene sul pavimento.
    Battono i denti, trema il mento.
    Il gelo del cuore non allevia il tormento.
    Il sole sorge. E’ un colorato memento.
    Tra i suoi raggi dorati l’amarezza cede il passo alla gioa del momento.
    Assisto alla radiosa bellezza del mondo e mi sorprendo.

  12. Che bella idea!!! Brava Brina!! ^^
    Mi sono iscritta al canale youtube (nome: Mslafresa85) e questo il mio componimento:

    Il mio cervello va un po’ a rilento
    Ma a partecipare mi cimento
    A scrivere un tale monorima non si fa in un momento
    Ma voglio vincere e più non mi lamento.
    Possedere libri quante stelle nel firmamento
    Questo il è il mio desiderio e non me ne pento
    E se tu mi vorrai aiutare in questo mio intento
    Di certo non ti sarò d’impedimento.
    Ma se anche non vincessi, non mi tormento,
    Perché, cara Brina, son qui a cuor contento
    Per festeggiare in compagnia tua e mi complimento
    Per quei tuoi fantastici iscritti di numero cento!

    Ti twitto volentieri e su fb anche netto un bel mi piace!! ^^
    Ah! Sul form sono con il nome Strawberry!!

  13. Con le vele gonfie dal vento
    Arrivo pronta con il mio componimento
    Per celebrare i tuoi primi cento.
    Ma mi accorgo con sgomento
    Che ce ne sono alcuni che sono di tal godimento
    Che mesta la mia penna si ritira a passo lento.

  14. mi piacerebbe uscire un momento,
    per guardare la neve tutto contento
    ma ho paura del congelamento
    così ritorno al mio riscaldamento!

  15. Un gattino per le strade si aggira lento
    in questa notte nevosa, fredda e di vento
    è nero, dalla lunga coda e molto attento!
    Cerca cibo ma a quest’ora rischia il congelamento.
    Solo del pesce mette a tacere il suo lamento.
    La luna pallida osserva il momento,
    illuminando la via del gattino contento.

  16. –IL GIVEAWAY E’ CHIUSO–
    Datemi un pò di tempo per studiare le vostre opere (devo dire che siete stati/e tutti bravissimi!!)… sarà una scelta difficile!

    1. ehi bella come stai??? a me non è arrivato niente, il che non sarebbe nemmeno un problema, ma ho visto che non mi hai più risposto. Stai bene??

  17. ^__________^ ti ho scritto 827272 commenti su youtube. 🙂 Anche per mail lo sai 🙂 E’ stata una bellissima ed inaspettata sorpresa.

  18. Ciao!
    Ma è successo qualcosa?
    A me il libro non è ancora arrivato, ti ho anche spedito un email ma non ho ricevuto alcuna risposta…

  19. Non capisco, coccinella. E’ già passato un bel po’ di tempo. Dapprima avevo pensato ci fossero stati dei ritardi con le poste ma vorrei sentire qualcosa anche dalla proprietaria di questo blog, non vorrei si fosse perso o altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *