Skip to content

Published in: Challenge letterarie

#readingthedarkchallenge

Indice dei contenuti:

Intro

Parte il 31 ottobre, e mai data fu più propizia, una nuova challenge annuale, attraverso la quale esploreremo il lato oscuro della letteratura!

La #readingthedarkchallenge nasce da un’idea mia e di @Louchobi, con la quale speriamo di accompagnarvi, muniti di lume (che come già sapete si spegnerà nel momento meno opportuno), attraverso i bui corridoi di un filone letterario poco mainstream, ma che è stato un pilastro portante della letteratura moderna.

“Readingthedark” perché pensiamo sia il perfetto connubio tra le atmosfere gotiche che andremo ad evocare e l’idea di leggere con la luce spenta sotto la coperta e lasciarsi trascinare degli strani eventi che accadranno. E perché gli altri nomi che avevamo pensato erano decisamente impronunciabili 😂

Tre generi connessi tra loro, Gotico, Horror e Weird, che sono la naturale evoluzione l’uno dell’altro. Dodici temi, uno al mese, che offrono un notevole bacino di scelte e permettono di pescare sia dalla letteratura più classica, sia da quella contemporanea.

Argomenti mensili

Novembre 2020 – L’alba dei tempi
Un gotico scritto prima del 1900

Dicembre 2020 – Spegni la luce
Un ho|we|go con una casa infestata o maledetta

Gennaio 2021 – Altri mondi
Un ho|we|go internazionale

Febbraio 2021 – Auuuuu
Un ho|we|go con al centro una creatura non umana

Marzo 2021 – L’antro della strega
Un ho|we|go scritto da una donna

Aprile 2021 – Distorsioni
Una raccolta di racconti ho|we|go

Maggio 2021 – Mostri sacri
3 racconti o un romanzo di Lovecraft, Poe o Hodgson

Giugno 2021 – Megalopolimanzia
Un ho|we|go ambientato in una capitale

Luglio 2021 – Sotto il letto
Un graphic novel ho|we|go o un Piccoli Brividi

Agosto 2021 – Segui il sentiero dorato
Un ho|we|go italiano

Settembre 2021 – Lo specchio
Un ho|we|go basato su una leggenda o su un fatto realmente accaduto

Ottobre 2021 – Halloween
Un ho|we|go che abbia a che fare con spettri, fantasmi, demoni o spiritismo

Libri consigliati

Di seguito troverete una lista di libri consigliati per le varie tappe!
QUI invece trovate la lista del mio socio Lucio!

Novembre 2020 – L’alba dei tempi

Un gotico scritto prima del 1900

Libro consigliato: Dracula – Bram Stoker
[Gotico |1897]


Ne avevo parlato QUI.
Pietra miliare che può esaltare come deludere.
Per comprendere questo libro bisogna dimenticare i vari film che ci mostrano un vampiro innamorato e sofferente che trascina il fardello dell’immortalità. Stoker non crea nessuna empatia con Dracula: il vampiro è il male ed il nemico dell’uomo, Drakul, il Diavolo. È lontano ed esterno, diverso e senza possibilità di redenzione. E’ il simbolo di un’epoca in cui il perbenismo vittoriano si scontra con la nuova realtà dell’industrializzazione.


Cosa leggerò: Frankestein o Il moderno Prometeo – Mary Shelley
[Gotico | ♀ | 1818]

Sinossi: “Uno spettro si aggira per l’immaginario collettivo, e questo spettro si chiama Frankenstein. Mary Shelley ha indubbiamente creato un capolavoro, ma anche una sorta di icona pop, divenuta proverbiale e versatile, tale da essere evocata nelle situazioni più impensate. […] Da un lato Frankenstein suscita interesse come ipotesi sulla possibilità di un mortale di sostituirsi a Dio, o alla Natura, mentre dall’altro riporta alla luce ogni sentimento di orrore e di repulsione radicato nei più profondi recessi dell’animo umano. Sotto questo punto di vista, l’impatto dell’opera sul lettore è duplice, stimolandone allo stesso modo l’interesse così come le più cupe emozioni; il ritmo serrato dell’inseguimento assieme ai crimini perpetrati dal mostro contribuiscono ulteriormente a tenere alta la tensione, mentre il pericolo della cosiddetta “hideous progeny” – a cui la creatura potrebbe dare origine se dotata di una compagna della stessa specie – provoca le stesse paure generate dal dilagare di una pestilenza”.


Altri titoli suggeriti:
Tutti i titoli contrassegnati in questa lista con “Gotico” e antecedenti al 1900. Inoltre:

Dicembre 2020 – Spegni la luce

Un ho|we|go con una casa infestata o maledetta

Libro suggerito: Casa di Foglie – Mark Z. Danielewski
[Horror ergodico | 2000 ]

Ne ho parlato QUI
La storia gira intorno a tre personaggi principali: Johnny Truant, un ragazzo che già di suo non sta proprio benissimo con la testa, il quale trova in casa di Zampanò, un vecchio alquanto strano deceduto di recente, un baule contenente gli appunti per un manoscritto. Si tratta dell’analisi e della ricostruzione di un docu-film che Billy Navdson, fotografo di successo, ha girato all’interno della sua casa, intitolato “The Navidson Record”. Ora se vi state chiedendo perché qualcuno dovrebbe girare un docu-film all’interno della propria casa, state facendo la domanda giusta. E la risposta è che all’interno della casa di Billy, trasferitosi da poco con la sua famiglia, compare all’improvviso una porta. Dietro a questa porta non c’è nient’altro che un corridoio completamente buio, o almeno questo è quello che sembra all’inizio.
Casa di foglie è un libro dei molti significati e dalle molte profondità. Ciò che appare all’interno della casa di Bill Navidson non è solo un corridoio, ma l’ingresso di un’altro spazio, che conduce ad altre stanze. Dietro quella porta c’è un intero mondo che si fa beffe delle leggi fisiche a noi conosciute e che penetra all’interno delle menti di chi cerca di comprenderlo, distruggendole gradualmente.


Cosa leggerò: L’incubo di Hill House – Shirley Jackson
[Horror | ♀ | 1959]

Sinossi: Chiunque abbia visto qualche film del terrore con al centro una costruzione abitata da sinistre presenze si sarà trovato a chiedersi almeno una volta perché le vittime di turno non optino, prima che sia troppo tardi, per la soluzione più semplice – e cioè non escano dalla stessa porta dalla quale sono entrati, allontanandosi senza voltarsi indietro. A tale domanda, meno oziosa di quanto potrebbe parere, questo romanzo fornisce una risposta. Non è infatti la fragile e indifesa Eleanor Vance a scegliere la Casa, prolungando l’esperimento paranormale in cui l’ha coinvolta l’inquietante professor Montague. È la Casa – con le sue torrette buie, le sue porte che sembrano aprirsi da sole – a scegliere, per sempre, Eleanor Vance.


Altri titoli suggeriti:

  • Il castello di Otranto – Horace Walpole [Gotico | 1764]
    Considerato il primo romanzo gotico,  inaugura quel gusto per un Medioevo notturno e sepolcrale, popolato di terrificanti fantasmi e di eventi prodigiosi che influenzerà profondamente tutta la letteratura europea.
  • La donna in nero – Susan Hill [Gotico | ♀ | 1983]
    Un’anziana signora da poco deceduta, un’eredità che consiste in una lugubre e isolata dimora di cui gli abitanti del villaggio sono molto restii a parlare e strane apparizioni di una donna vestita di nero. Cosa ci sarà nel passato sepolto e dimenticato di villa Drablow?
  • L’ospite – Sarah Waters [Horror | ♀ | 2009]
    Anche qui un’antica e affascinante dimora, i cui abitanti sono impegnati in una disperata battaglia per salvare dalla rovina se stessi e la casa. Ma proprio quest’ultima sembra gettare le ombre più funeste sul futuro: stanze che di colpo diventano trappole, pareti da cui emergono sussurri malevoli e segni inquietanti, un devastante incendio notturno… chi, o che cosa, c’è dietro questi eventi?
  • Shining – Stephen King [Horror | 1977]
    C’è poco da dire su Shining perché sfido chiunque a non aver visto almeno il film, anche se differisce in buona parte dal libro. Stavolta la protagonista non è una casa vera e propria ma un albergo, l’Overlook Hotel, teatro di numerosi delitti e suicidi. Esso sembra aver assorbito forze maligne che vanno al di là di ogni comprensione umana e si manifestano soprattutto d’inverno, quando l’albergo chiude e resta isolato per la neve…
  • Malpertuis – Jean Ray [Horror / Weird | 1943 | ne ho parlato QUI]
    Ne avevo parlato QUI. Cosa c’è di più affascinante di un’antica dimora, enorme e oscura, il cui nome, Malpertuis, significa “dimora del Maligno”? Malpertius è, per sommi capi, una sorta di giallo-horror, o, come lo si definisce nella postfazione, weird, ovvero un horror in cui “non tutti i mostri vengono per nuocere”.
  • Tito di Gormenghast (primo romanzo della trilogia di Gormenghast) – Mervyn Peake [New weird / Fantasy | 1946]
    Gormenghast è un mondo parallelo, un immane castello, che nessuno dei suoi abitatori ha percorso in tutti i suoi anfratti. Un tempo doveva essere pieno di tinte squillanti: ora è un intreccio di crepe, e le tinte sfumano fra grigio, verde lichene, rosa antico e argento. Gli esseri che lo abitano adesso sono indelebilmente legati alle sue mura, ma qualcosa minaccia la loro esistenza.
    Viene definito “un’impresa grandiosa della letteratura fantastica – e insieme un vasto disegno allegorico che traspare dietro l’esuberanza delle immagini.”

Gennaio 2021 – Altri mondi

Un ho|we|go internazionale

Libro consigliato: Il codice delle creature estinte E.B. Huspeth
[New Gothic | 2013]

Ne avevo parlato QUI.
Affascinante fusione di fiction e arte, pubblicato nel 2013 dalla Quirk Books che, come dice in nome, pubblica libri “strani”,  Il codice delle creature estinte è, in effetti, una strana storia. La trama, anche se forse non straordinaria, regge, ed è una grottesca, disturbante, e a tratti assurda cronaca della vita del dottore dall’infanzia fino alla discesa nella follia di una di quelle menti che non sono mai dome, che sentono il bisogno di spingersi sempre più in là, di esplorare l’inesplorato ma anche, forse, l’inesplorabile, in cui i fan dell’horror o del macabro riconosceranno subito nel protagonista l’archetipo del genio, spinto alla psicopatia dalla stessa illuminazione che lo ha elevato all’inizio.


Cosa leggerò: Perdido street station – China Miéville
[Horror / Weird | 2000]

Sinossi: La metropoli di New Crobuzon si estende al centro di un mondo sbalorditivo. Umani, mutanti e razze arcane si accalcano nell’oscurità fra le ciminiere, lungo fiumi indolenti alimentati da rivoli innaturali, tra fabbriche e fonderie che pulsano nella notte. Per piú di mille anni il Parlamento e la sua brutale milizia hanno governato su una moltitudine di operai e artisti, spie e maghi, ubriachi e prostitute. Ma uno straniero è giunto con le tasche piene d’oro e ha imposto una richiesta inverosimile, scatenando l’incredibile. La città, l’immensa capitale, la sterminata New Crobuzon cade in preda a un terrore sconosciuto: il destino di milioni dipende da un gruppo di emarginati in fuga da legislatori e signori del crimine. Il paesaggio notturno diviene un territorio di caccia, mentre le battaglie infuriano all’ombra di costruzioni immense e bizzarre. Una resa dei conti è prevista nel cuore della città, nello smisurato edificio che si chiama Perdido Street Station. Ormai, per chiunque viva a New Crobuzon, è troppo tardi per scappare…


Altri titoli suggeriti:
Tutti i titoli non italiani presenti in questa lista. Inoltre:

Febbraio 2021 – Auuuuu

Un ho|we|go con al centro una creatura non umana

Cosa leggerò: Sirene – Laura Pugno
[New weird | ♀ | 2007]

Sinossi: Samuel, sorvegliante di una vasca dove vengono allevate e nutrite le sirene destinate alla produzione della «carne di mare», si lascia tentare dal più pericoloso dei piaceri. Si unisce a una sirena femmina, sfuggendo a stento alla reazione istintiva di lei: divorare il maschio dopo il rapporto, come fanno le mantidi. Da quell’unione nasce Mia – mezzo sirena e mezzo umana – e da lei avrà, forse, origine una nuova specie cosciente. In Sirene Laura Pugno racconta la fine del mondo degli umani, costretti a vivere al buio e in città subacquee – perché la luce è diventata nemica, provoca il «cancro nero» -, dominati dalle mafie internazionali, sfiniti dal consumo di ogni risorsa planetaria.

Altri titoli suggeriti:

Marzo 2021 – L’antro della strega

Un ho|we|go scritto da una donna

Libro consigliato: Abbiamo sempre vissuto nel castello – Shirley Jackson
[Gotico moderno | ♀ | 1962]

Ne ho parlato QUI
Non aspettatevi un classico horror, nè un thriller al cardiopalma, nè, a dirla tutta, un giallo. Quella di Abbiamo sempre vissuto nel castello è una storia che non presenta grossi scossoni, piuttosto va avanti con una macabra e deliziosa delicatezza in cui io ho letto anche una certa dose di ironia. La follia, che permea tutto rimane sospesa come polvere nell’aria, come se la si potesse cogliere solo guardando in controluce.


Cosa leggerò: Decluna – Federica Leonardi
[New Weird | ♀ | 2020]

Sinossi: Italia, anni Novanta. Alba ha trent’anni e si barcamena tra lavori poco impegnativi e relazioni che non durano a lungo. Era poco più che una bambina l’ultima volta che ha visto sua madre, Camilla. Tutto ciò che ricorda di lei è il momento in cui l’ha lasciata, con la promessa di fare ritorno. Ma Camilla non è mai tornata e, con il passare del tempo, Alba ha smesso di aspettarla. Fino al giorno in cui una telefonata rimette tutto in discussione.
Partita alla volta della città di Decluna per ricostruire gli ultimi anni di vita di sua madre e tentare di dare un senso alla sua inspiegabile assenza, Alba si troverà catapultata in un paese fuori dal tempo, abitato da una comunità chiusa, incentrata su culti arcaici e segreti.
Mentre la città si prepara per festeggiare la propria santa, Alba si addentrerà sempre più a fondo nel mistero di sua madre, la cui esistenza sembra legata a filo doppio con quella di Decluna, e sarà costretta ad affrontare gli spettri del passato e gli incubi del presente nel disperato tentativo di sottrarsi a un destino già segnato.


Altri suggerimenti:
Tutti i libri che nella lista sono marcati con questa icona ♀. Inoltre:

Aprile 2021 – Distorsioni

Una raccolta di racconti ho|we|go

Libro consigliato: Women of weird – A.A. V.V.
[New Weird | ♀ | 2019]

Ne avevo parlato QUI.
“La grande forza di questa antologia è la varietà. Ogni racconto è una sorpresa, un adrenalinico salto nel vuoto, un piccolo scrigno che potrebbe contenere meraviglie o orrori. Trovo peraltro che la forma del racconto sia perfetta per questo filone, poiché quello che viene narrato non è che il segmento di una storia più grande, una storia nata da un’anomalia in cui qualcosa di inafferrabile striscia sotto la superficie. Il non detto è la chiave di tutto, che lascia il lettore avvolto in quel meraviglio senso di inquietudine interiore, a porsi domande a cui, forse, non vorrebbe trovare una risposta.”


Cosa leggerò: Il profumo dell’incubo – Lisa Tuttle
[Horror / Weird | ♀ | 2020]

Sinossi: Cosa si nasconde nella soffitta della casa dei sogni delle litigiose sorelle Sylvia e Pam? Sino a che punto si è disposti ad arrivare per raggiungere la tanto bramata Pietra Filosofale? Quali insidie può nascondere un’innocua convention di fantascienza? Cosa succederebbe se avessimo a disposizione un’ora in più tutta per noi? “Il profumo dell’incubo” presenta tredici storie di Lisa Tuttle, scelte dall’autrice stessa, che ne ripercorrono la carriera, dal classico dell’horror “La casa degli insetti”, sino al terrificante “Sogni nell’armadio”, racconto vincitore nel 2007 dell’International Horror Guild Award, un lungo viaggio nei meandri dell’incubo.


Altri titoli suggeriti:

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *